I forconi: “Fuori dai piedi i sindacati”

235

30 GENNAIO 2012 – Tempo permettendo, la protesta degli agricoltori sarà ripresa durante la settimana presso il casello di uscita della A25 a Pratola Peligna. Nelle dichiarazioni che hanno rilasciato durante i primi giorni di aspra  e civilissima contestazione, gli agricoltori hanno detto chiaro e tondo che

non vogliono al loro fianco nessuna rappresentanza sindacale, dalla quale non si sentono tutelati. Debbono pagare il costo esoso dei carburanti e debbono fronteggiare  l’aumento incontrollato dei fattori della produzione, mentre il prezzo finale del prodotto, soprattutto per le coltivazioni più estese come il grano, scende sensibilmente. Qualcuno di loro ha prospettato l’ipotesi di recarsi a Roma per protestare: ma non “per prendere manganellate, semmai per darle”.