“In famiglia yacht non ne abbiamo, forse un Panfilo”

247

Campanile e cupola Annunziata con sfondo nuvolosoLE VOCI DI SEQUESTRI SI RIDIMENSIONANO

22        FEBBRAIO 2014 – Confuse notizie si rincorrono sulle agenzie e sui giornali per una operazione che avrebbe portato al sequestro di alcune imbarcazioni di lusso a danno di imprenditori sulmonesi, che pare abbiano intestato a parenti, affini e agnati una serie cospicua di beni nella prospettiva di un naufragio economico.Il tenore di vita non sarebbe stato consono al possesso di una barca da traversata.

L’equivoco si chiarirà presto: nelle famiglie sulmonesi non c’è neppure uno yacht, tutt’al più qualche Panfilo.