Ingegneri esterni all’ufficio sisma? La legge lo esclude

256

La disponibilità di alcuni professionisti (ingegneri e architetti) a collaborare gratuitamente nelle istruttorie delle pratiche per la ricostruzione post-terremoto si è dimostrata improponibile “alla luce della vigente normativa per prestazioni d’opera professionale”, con la consequenziale impossibilità di accelerare il lavoro dell’Ufficio sisma del Comune. Lo ha affermato il sindaco Fabio Federico

in una lettera di risposta inviata all’ex assessore provinciale Teresa Nannarone. La polemica ha trovato spunto dall’analisi della personale situazione dell’avv. Nannarone per la istruttoria di un immobile dichiarato inagibile. L’ipotesi di una collaborazione con professionisti esterni si era presentata ricorrentemente, visto il notevole numero di richieste rimaste in attesa.