PICCOLE BACCHE DAVANTI AL COMUNE, DA SCOPRIRE PRIMA DEI VANDALI

88

16 NOVEMBRE 2022 – Prima che i vandali della notte la sradichino, si può ammirare questa pianta proprio davanti al palazzo del Comune, con le tenere bacche che, per la continua cura prestata anche nell’irrigazione nei mesi più afosi di una estate che rimarrà alla storia, si sono timidamente affacciate tra deiezioni di cani, di piccioni che nessun sindaco volontario ripulisce, e, appunto, barbari che improvvisamente arrivano, sradicano le piante e le lasciano vicine ai vasi, come è successo l’anno scorso per una piantina che amorevolmente vari anni prima Vincenzo Accardo aveva… medicato in un ramo spezzato, fasciato con del nastro autoadesivo e gioiosamente tornata a vivere e a fortificarsi; e come era successo per i fiori che Giulia Mazzara aveva appoggiato al muro della sua abitazione perchè ne godessero tutti i passanti. Un forte deterrente è dato dalla telecamera dell’albergo “Stella”, che sta in fondo alla strada; ma chissà se servirà.

Presto, quindi, c’è sempre poco tempo per ammirare le piccole, rosse bacche (se bacche si possono chiamare).