Sabato notte si può tornare a riveder le stelle

264

Lucia Arbace illustra i quadri al refettorio della Badia

NOTTE DEI MUSEI CON MOLTI SPUNTI DI INTERESSE

18 MAGGIO 2016 – La Abbazia celestiniana partecipa con tremila altri luoghi di arte e cultura alla “Notte dei musei”

che è in calendario in tutta Europa tra il 21 e il 22 maggio. Il richiamo principale della visita è costituito dalla mostra “Donna de Paradiso”, inaugurata la scorsa settimana nel refettorio (nella foto); ma è tutto il complesso degli edifici a costituire di per sé un allestimento di grande fascino. Nel centro-Abruzzo si possono visitare anche il sito archeologico di Ocriticum (Cansano), la pinacoteca Amedeo Tedeschi (Pratola Peligna), la mostra “Gli uomini e la montagna” nella sala dei Carbonai al palazzo Cantelmo (Pettorano sul Gizio), il polo museale di Santa Chiara e i musei del Palazzo dell’Annunziata (ancora a Sulmona). Nel proporre l’evento che si relaziona con le luminose notti di questo periodo, il Centro regionale dei Beni culturali riprende le Metamorfosi di Ovidio :

“…le stelle, sepolte a lungo in tenebre profonde,

cominciarono a scintillare in tutto il cielo;

e perché non ci fosse luogo privo d’esseri animati,

astri e forme divine invasero le distese celesti…”