“SCEGLIERE PESCARA CAPOLUOGO? DI CORSA”

263

22 SETTEMBRE 2013 – Al di fuori delle segreterie dei partiti, non c’è una associazione, un movimento, un club che manifesti una qualche opposizione al trasferimento di Sulmona nella provincia di Pescara.

La proposta, già espressa in numerose occasioni, è stata focalizzata nel nostro “Settembre andiamo, è tempo di migrare a Pescara” (nella sezione SOCIETA’ di questo sito) e soprattutto tra imprenditori, professionisti e commercianti, c’è solo attesa per i tempi necessari all’espletamento delle formalità amministrative. Questo uno dei messaggi:

“Aderisco, aderisco alla proposta di far transitare Sulmona nella Provincia di Pescara.

Onore alle persone che da liberi professionisti hanno portato avanti una protesta per scuotere l’opinione pubblica e le forze politiche locali  per non far cancellare il Tribunale di Sulmona dalla geografica giudiziaria. 

Alla loro protesta erano presenti gli onorevoli e i senatori che hanno promesso, che si sono impegnati, ma mancavano le segreterie dei partiti; era in quella istanza invece che bisognava esprimersi sia per rinnovare il loro impegno sia per essere vicini a chi ha efficacemente protestato sia per far capire alle segreterie nazionali che ci siamo anche noi, che  Sulmona vuole vivere. 

Andiamo allora in un’altra Provincia, poiché tratterà sicuramente bene i nuovi arrivati e soprattutto non ci potrà togliere quello che altri ci hanno tolto e ci seguitano a togliere.

Cordialmente 

Salvatore Di Bacco”.