Se un calcio può far piacere

291

Giostra_a_Vallelarga28 LUGLIO 2012 – C’è ancora una landa, nel cuneo tra monti che coprono a lungo il sole, dove le scommesse via web  non allettano e dove il premio si raggiunge senza fare “click”, ma collaborando a suon di calci, anzi chiedendoli proprio. Festa effimera quella di Vallelarga; ma

con un’attrezzatura che avrebbe conquistato Federico Fellini sessant’anni dopo che a conquistarlo, a Roccaraso, fu “Mezzabotte” con la sua andatura claudicante, quasi perfettamente replicata da Marcello Mastroianni in “Otto e mezzo”. Impatto cruento con la realtà quello che danno un mendicante timido (che chiedeva solo cinque lire) e una giostra che è fatta di motore assordante, di tanto ferro cigolante e del rischio per l’incidente (che non si verifica mai). Non va trascurato l’abbinamento con la giostrina, in tutto e per tutto uguale, per i bambini: le nuove generazioni, del resto, vanno educate  alla vita senza video e virtualismi. (Nella foto la giostra allestita a Vallelarga per le festa di Gesù Buon Pastore, in programma fino a questa sera)