SERENATA DI CASAPOUND PER LUCIANO D’ALFONSO

337

La manifestazione di sabato sera con le bandiere di CasaPound

I GIOVANI ABRUZZESI IN PIAZZA XX SETTEMBRE CHIEDONO CHE SE NE VADA PRIMA CHE DISTRUGGA LA REGIONE INTERA

3 DICEMBRE 2017 – Una bella serenata per Luciano D’Alfonso è quella che ieri hanno cantato a più riprese i giovani abruzzesi di “CasaPound” in Piazza XX Settembre per chiedere che se ne vada prima che la sua politica distrugga l’Abruzzo e le speranze delle nuove generazioni.

Giovanni Bartolomucci, responsabile dell’associazione politica a Sulmona, è uno dei pochi a gridare a chiare lettere che i progetti della Regione guidata dall’ex democristiano, riciclato con i compagni del defunto PCI in un’accozzaglia incolore e insapore, ormai destinata al declino, stanno strozzando il centro-Abruzzo, con l’eliminazione addirittura della stazione centrale di Sulmona dal tragitto secolare da Pescara a L’Aquila (pare sia l’unica variante del tracciato dello sgangheratissimo collegamento ferroviario, una vera dichiarazione di guerra al territorio).