Aeroporto per il traffico aereo… sottoterra

282

SCONVOLGENTE RISVOLTO DELLO SCALO INTERNAZIONALE DI PRETURO

21 OTTOBRE 2014 – Il GIP del Tribunale dell’Aquila, Guendalina Buccella, ha disposto il sequestro di un’ampia area dell’aeroporto internazionale di Preturo (frazione dell’Aquila)

per una inchiesta della Procura distrettuale su presunti illeciti nell’interramento di macerie del terremoto, senza autorizzazioni e soprattutto senza adeguati filtri in ordine al genere di materiale che si andava a “smaltire”.

Ci sembrava che un volo di inaugurazione fosse insufficiente a giustificare un aeroporto internazionale in un cucuzzolo dell’Appennino, mentre un aeroporto molto più credibile, quello di Pescara, languiva per carenza di traffico. Adesso forse si scoprirà che la vera ragione per la costruzione della pista e dell’aerostazione sia stata l’esigenza di distrarre la Guardia Forestale, come si fa con i bambini: “Guarda l’uccellino che vola, guarda come vola in alto!” Insomma un aeroporto per esigenze terrene, molto terrene, anzi proprio sottoterrene. Adesso quale altra tassa di scopo chiederà il sindaco dell’Aquila agli Italiani per avviare la bonifica? La marca da bollo passerà da 16 a 17 euro, come è già passata da 14,62 a 16 euro per ricostruire (non si sa come) L’Aquila e lasciare Sulmona fuori del cratere sismico?