Affollata assemblea, il Comitato è una realtà

313

3 NOVEMBRE 2013 – Con il richiamo alle motivazioni vecchie di decenni, ma anche alle ragioni che si sono consolidate negli ultimi anni per il passaggio della città di Sulmona alla provincia di Pescara si è aperta oggi la prima assemblea del Comitato

che dovrà promuovere tutte le iniziative volte a sensibilizzare la pubblica opinione e le istituzioni sulla prospettiva di riperimetrare i confini delle province di L’Aquila e di Pescara.

E’ stata data lettura anche dello statuto (riportato su questo sito nell’articolo “Il Comitato alla prima ora”) che ha la sua principale peculiarità nell’art. 2 e che per il funzionamento degli organi di rappresentanza e controllo è informato ai criteri di massima democraticità e partecipazione, prevedendo meccanismi particolareggiati per la convocazione del consiglio direttivo, dell’assemblea,  per la stessa modifica alle singole norme statutarie: tra di queste una riguarda il numero degli aderenti all’organismo, che è di cinquanta, per consentire la maggiore agibilità alle riunioni, alle convocazioni, allo svolgimento del diritto di interevento. Hanno aderito finora in trentasette, per lo più professionisti, commercianti, funzionari e dipendenti pubblici. E’ stato eletto il consiglio direttivo composto da cinque soci: Dott. Antonio Ferrari Nasi, prof. Giuseppe Evangelista, Avv. Paola Fiorino, Dott. Carlo Alicandri-Ciufelli, avv. Vincenzo Colaiacovo. La prospettiva, segnalata anche in alcuni interventi, è quella di aprirsi anche alla realtà di cittadine della stessa area del circondario del tribunale di Sulmona.