Auto di Stato? No, di status symbol

451

INDECENTE USO DEI LAMPEGGIANTI PER SUPERARE IL LIMITE SULLA A25

24 NOVEMBRE 2017 – C’è qualcuno che lungo le autostrade d’Abruzzo ha più diritti degli altri? Per esempio: quello di viaggiare a tutto gas, in contrasto con il limite di 130 Km/h e superandolo non di poco ? E magari queste auto sono pure “blu”, come si chiamavano una volta e come molto opportunamente hanno cambiato di colore per non prendersi le pernacchie di chi rispetta il Codice della strada? E’ quanto ci è capitato nei pressi di Scurcola Marsicana, in corrispondenza dei Campi Palentini dove ottocento anni fa perse Corradino di Svevia per il tradimento degli Aquilani (che poi si vantano di abitare nella città di Federico…).

Una Lancia… lanciata a 200 all’ora, non più nel blu dipinto di blu, furbescamente corredata con un lampeggiante sul tettuccio, perché si ritiene sempre che possa fare effetto sui sudditi, secondo i dettami della dominazione spagnola che seguì qualche secolo dopo quella dello “Stupor mundi” (il Federico del quale gli Aquilani si fregiano…), ci fa sentire uno spostamento d’aria che neanche a Imola o a Montecarlo. E dopo aver sorpassato una “Panda”, si avventa su un auto per movimento terra; chissà dove ha appuntamento con il diavolo.

E’ la storia di sempre: quando si fa la coda a passo d’uomo prima di Via Fiorentini, all’ingresso di Roma, passano sempre le auto non-blu, ma ex-blu, sulla corsia di emergenza per portare i parlamentari che in Italia, al contrario del resto d’Europa, si servono delle istituzioni e non sono al servizio delle istituzioni.