Buche stradali e buchi di bilancio

252

Sagittario Via Trieste Pratola

UNA STATALE RIDOTTA A TRATTURO E GLI STIPENDI DEI MANAGER DELL’ANAS

26 FEBBRAIO 2015 – La Strada Statale 17, che dal bivio di Corfinio a Popoli coincide con la Strada Statale 5, è quasi interrotta nei pressi della centrale elettrica: è quello che ha visto chi è passato nel pomeriggio di oggi.

Auto e tir a passo d’uomo, terra e cemento con pezzi di bitume sulla sede stradale: uno spettacolo da terzo mondo. Qua e là cantonieri dell’ANAS che si limitano a segnalare il pericolo. E’ successo semplicemente che le buche di un mese fa, causate dalle abbondanti piogge, si sono vuotate di tutto il riempitivo che l’Anas vi aveva collocato per… tirare avanti.

Gli effetti delle 36 ore di pioggia di ieri e del giorno precedente (nelle foto il Sagittario a Via Trieste a Pratola Peligna) non hanno nulla a che fare con una ondata anomala di maltempo, perché il rattoppo di un mese fa lasciava prevedere il seguito di questi giorni. Una strada nazionale ridotta a tratturo non si giustifica neppure in Romania, dove è noto che le strade sono addirittura in parte non asfaltate, pure se possono chiamarsi europee.

Ora si dirà che i bilanci delle nuove opere stradali (per esempio il completamento della fondovalle Sangro, che non serve a nessuno) non si possono confondere con quelli che riguardano la manutenzione ordinaria; e altrettanto vale per le spese correnti per lo stipendio al Ciucci, direttore generale che si precipita ogni volta che il presidente della giunta regionale, dipendente dell’Anas del Molise, Luciano D’Alfonso, lo chiama per mostrare a tutti che completerà l’inutile fondovalle del Sangro o la variante alla statale 17 nell’abitato dell’Aquila, altrettanto costosa e altrettanto inutile perchè poi il traffico continua a lambire la basilica di Collemaggio o lo stadio.

Ma abbiamo il dubbio che se si dimezzasse lo stipendio di Ciucci e si sospendesse quello di D’Alfonso che intanto percepisce gli… spiccioli da presidente della regione, le buche vicino al bivio di Corfinio si potrebbero riparare in modo definitivo.

Sagittario e metanodotto a Pratola