CITTA’ IN BALIA DEGLI UBRIACHI. E LA POLIZIA DOV’E’?

314

7 OTTOBRE 2012 – Guidava dopo aver bevuto tanto alcol da superare di sei volte il limite consentito: ha perso il controllo dell’auto e ha realizzato, poco dopo le 2 della notte tra sabato e domenica, una carambola con le auto in sosta lungo la circonvallazione orientale.

Dov’è la notizia? Nel fatto che sia stato solo uno. Le notti del centro storico sono diventate un continuo baccanale e non c’è più differenza tra notti bianche e notti di tutti i sabato. Beninteso: nessuno vuol fare moralismo e ognuno può fare quello che vuole della propria vita, anche affogarla nell’alcol. Se una società è arrivata al punto da non percepire la differenza tra lo stato di coscienza e quello di annientamento, dei giovani come degli adulti, deve mettere in conto anche questi scenari crepuscolari.

Resta da vedere perchè coloro che, per una visione un po’ più etica della vita, ritengano di sottrarsi al degrado, debbono essere comunque risucchiati perchè “così fan tutti”. Vige un criterio di scelta della maggioranza? Neanche per sogno. Ma le condizioni nelle quali le Forze dell’Ordine  (Polizia, Carabinieri e la stessa Guardia di Finanza che dopo aver usato sporadicamente i cani, scompare per mesi) lasciano che precipiti la città dopo la mezzanotte sono peggio che da Terzo Mondo. I pub sono discoteche, con urla che forse hanno termini di confronto nei concerti sgangherati di chi sopperisce all’armonia e alla bellezza della musica con le manifestazioni tribali. Tutto intorno la città dorme, nei quartieri-dormitorio e negli agglomerati semi-rurali. Ma al centro si fa finta di non vedere. Si è scoraggiati dal numero? Sì, appunto: è la maggioranza ad essere incivile e come tale va assecondata. Del resto, quando il sindaco ha prospettato una regolamentazione delle apertura dei finti pub, non sono insorte alcune mamme dispiaciute che i figli dovevano andare a ubriacarsi in trasferta, nei centri della Val Peligna o a Pescara, rischiando per questi viaggi?

Il problema non si risolve, quindi, chiedendo cosa vuole la maggioranza, ma cosa vuole la legge: e se ci sono manifesti stati di ubriachezza anche in chi non guida, se ci sono schiamazzi che impediscono di dormire a chi vuole dormire ma anche di passeggiare in una città dignitosa a chi vuol passeggiare,  la Polizia, i Carabinieri, la Guardia di Finanza non possono non intervenire.