E TUTTI GLI ALTRI A ROSICARE

183

INASPETTATO SUCCESSO DI FOLLA NELLA VISITA DI GIUSEPPE CONTE

17 SETTEMBRE 2021 – Se un silenzioso aperitivo tra amici, preso da Luigi Di Majo lungo il Corso, ha  fatto saltare i circuiti al candidato sindaco Andrea Gerosolimo che è passato alle minacce di recarsi sotto casa della senatrice pentastellata Gabriella Di Girolamo, possiamo immaginare il rimbombo della chiamata alle armi negli antri di San Cosimo, vicino Prezza, quando il telegiornale manderà in onda le immagini dell’accoglienza dei sulmonesi a Giuseppe Conte.

A sentire il saluto di Conte c’erano non solo i pentastellati, perché ormai è dimostrato che il gradimento dell’ex presidente del consiglio dei ministri è superiore a quello dei partiti che lo hanno sostenuto. Per giunta, Conte si è assunto l’impegno a conservare il tribunale attraverso la ripresentazione di una proposta di legge ritagliata per i “tribunali minori” dai “grillini”. Non è una promessa, ma rispetto alla esplicita dichiarazione di Gerosolimo che “un sindaco non può decidere niente per il tribunale” (potrebbe salvare la Marelli, visto che è intervenuto su quel fronte?), significa assegnare una responsabilità al candidato sindaco della coalizione che almeno dovrà tessere i fili di una impresa difficile e dichiararsi responsabile di un tentativo pur necessario.

Fulmini e saette hanno assistito i rosiconi fino alle prime luci dell’alba; poi tutto si è schiarito e una giornata di sole ha ricongiunto i 5Stelle con un’aria di festa.