In tribunale si dematerializzano i fascicoli

244

INAUGURATO IL CORSO PER L’INFORMATICA GIURIDICA

18 GENNAIO 2013- Il Presidente della Corte d’Appello dell’Aquila, Schirò, intervenendo in tribunale all’apertura di un corso di aggiornamento per il processo telematico, ha sottolineato l’importanza delle profonde trasformazioni che l’informatica sta apportando a tutto il pianeta-giustizia.

A proporgli i dati del tribunale di Sulmona è stato il presidente, Di Benedetto: il tribunale di Sulmona è l’ unico in Abruzzo ad avere raggiunto la completa informatizzazione (abilitato anche al pagamento degli oneri fiscali per le cause civili) e da solo ha elaborato la metà (poco più di 2400 su poco più di 4500) di tutti gli atti elaborati e trasmessi all’interno dei palazzi di giustizia (soprattutto verbali di causa e provvedimenti dei giudici). Di Benedetto ha sottolineato che il traguardo, conseguito in circa dieci mesi, è stato reso possibile proprio per le dimensioni del tribunale (“che è il più piccolo d’Abruzzo”) che lo rendono adatto a recepire le più profonde innovazioni, come certamente va considerata la “de materializzazione” dei fascicoli ormai trasferibili e consultabili on-line. Della collaborazione con i professionisti legali ha parlato il presidente del Consiglio degli avvocati, Tedeschi, che ha riproposto, davanti al Presidente della Corte, i motivi della battaglia per la salvezza del tribunale intrapresa da tempo e intensificata negli ultimi mesi.