L’Aquila controcorrente riapre la pretura

243

7 OTTOBRE 2013 – Falcidiati in tutta Italia centinaia di uffici giudiziari, dai tribunali alle sezioni distaccate. L’Aquila, che aveva una pista di atterraggio per alianti, si ritrova dopo il terremoto un aeroporto internazionale, anche se a distanza di quattro anni deve assumere giardinieri per tagliare le erbacce sulla pista rimasta deserta, avendo dilapidato soldi che potevano servire all’aeroporto di Pescara. E come si chiama questo miracolo? Preturo. Basta cambiare vocale finale e, invece di sopprimerli, gli uffici giudiziari rifioriscono.