Monta la protesta contro Gerosolimo che ha tradito Sulmona

285

CASAPOUND  E LE CARTE PARLANO CHIARO SULL’ASSESSORE CHE TAGLIA L’ERBA 

27 SETTEMBRE 2017 –  “Riteniamo sconcertante la decisione da parte della Regione di procedere con i lavori per la realizzazione della bretella ferroviaria L’Aquila-Pescara, ed ancor più sconcertanti le dichiarazioni dell’assessore Gerosolimo, che con la sua delega alle Aree Interne dovrebbe rappresentare la valle Peligna nel governo regionale, e che si è limitato a minimizzare” questo il lapidario commento di Giovanni Bartolomucci, responsabile sulmonese di CasaPound Italia, alla notizia dell’avvio dei lavori per la realizzazione della bretella ferroviara L’Aquila-Pescara, che taglierà Sulmona dai collegamenti diretti tra i due centri urbani regionali.

“Dopo la chiusura di gran parte delle aziende del polo industriale e della Caserma Battisti – prosegue Bartolomucci – proseguono le iniziative per affossare definitivamente Sulmona e la Valle Peligna. Con la assai probabile perdita del collegamento ferroviario, come già accaduto per la tratta Sulmona-Napoli, si creeranno infine le condizioni per procedere con la soppressione del Punto Nascite e del Tribunale, completando il processo di trasformazione del nostro territorio, un tempo florido, in un’area depressa, condannata allo spopolamento. Se la classe politica ed amministrativa cittadina, ad ogni livello, si è fatta notare finora principalmente per i suoi silenzi, la popolazione si è mostrata determinata nella difesa della propria terra, e CasaPound sarà come sempre al suo fianco”.
E il bello è che l’assessore Andrea Gerosolimo si è limitato a sostenere che per ora si tratta solo di un “taglio di erbe”, funzionale allo studio di fattibilità; come se non avesse lui stesso approvato la delibera della Regione per tagliare Sulmona dal collegamento tra Pescara e L’Aquila. E’ come se uno che vuole compiere un omicidio e viene trovato con un coltello mentre si dirige a casa della vittima designata si scusi  sostenendo che comunque doveva prima passare all’arrotino per vedere se la lama è buona. La volontà di Gerosolimo è quella di escludere Sulmona dal collegamento tra Pescara e L’Aquila; se, sorpreso con il sorcio in bocca, vuole prendere in giro i fessi, quindi compresi i quattrocento amministratori che dice che stanno per passare con lui, lo faccia perchè in democrazia (purtroppo) è consentito anche di prendere in giro. Dica pure che “vigilerà”.
Ma non cerchi di coglionare chi non deve chiedergli piaceri o cariche non meritate e che lo giudica per quello che fa. Il suo progetto non è quello di tagliare l’erba; e Sulmona non sa che fare di una stazioncina a trecento metri dalla sua stazione centrale per implorare domani una fermata del “collegamento veloce”. Quanto alla vigilanza, certamente ci fidiamo molto di più di CasaPound che di uno che gioca su più tavoli e si compiace di abbindolare i fessi che lo seguono.