NESSUN DISASTRO SE LE AUTOSTRADE RIMANGONO ALL’ANAS, ANZI…

156

RESPINTI DAL CONSIGLIO DI STATO I “MOTIVI DI ASSOLUTA URGENZA” RAVVISATI DAL TAR DEL LAZIOORA E’ TEMPO CHE SI SVEGLINO I SINDACI SE NON HANNO CAPITO CHE L’ANAS TIENE LA SALERNO – REGGIO CALABRIA SENZA PEDAGGIO ALCUNO

26 agosto 2022 – Il Consiglio di Stato, all’udienza di ieri, ha confermato il provvedimento emanato dal presidente, dott. Sabatino, per la revoca della sospensione del decreto legge sulle autostrade abruzzesi. Il TAR del Lazio aveva concesso la sospensione, di modo che la “Strada dei Parchi SpA”, del gruppo Toto, poteva continuare la gestione pur in presenza della revoca disposta dal Consiglio dei ministri.

Da oggi, quindi, acquista definitività la decisione cautelare dei giudici amministrativi. La causa proseguirà nel “merito” a settembre davanti al TAR (per poi tornare quasi certamente al Consiglio di Stato perchè nessuna delle parti riposerà sulla decisione di primo grado); ma, intanto, A24 e A25 sono gestite dall’Anas. In sostanza, il Consiglio di Stato ha ritenuto insussistenti le ragioni di urgenza prospettate dalla concessionaria “Strada dei Parchi SpA”. E’, quindi, possibile che le autostrade abruzzesi raggiungano i livelli di funzionalità e confort della Salerno-Reggio Calabria, gestita da sempre dall’Anas (nella foto del titolo e a chiusura di questo articolo).

Ed è auspicabile che i sindaci la smettano di inscenare sorprendenti manifestazioni ai caselli e si battano a loro volta perchè la gestione sia dell’Anas, come avrebbero dovuto fare da tempo se avessero avuto a cuore gli interessi dei loro concittadini.

Please follow and like us: