Presentarsi in Consiglio? E ti pare facile…

252

PRIMA DELLA RIUNIONE IL SINDACO NON HA FORMATO LA VERA GIUNTA

25 GIUGNO 2013 – Comincia venerdì l’avventura del nuovo consiglio comunale, che si riunisce per la prima volta e deve, quindi, verificare l’eleggibilità dei consiglieri, eleggere, fra l’altro, il presidente del consiglio stesso, rinnovare la commissione elettorale.

 

La maggiore incognita, a tre giorni dalla riunione del consiglio uscito dalle urne di un mese fa, è rappresentata dallo “staff” (o”gabinetto” del sindaco), che affianca la giunta e che dovrebbe annoverare i collaboratori del sindaco con i maggiori poteri, cioè con le deleghe più pesanti. Presentarsi al consiglio senza aver formato questo staff potrebbe significare non essere riuscito a trovare un punto di equilibrio (del resto già rimandato all’atto della presentazione della giunta). Presentare, invece, i nomi dello staff potrebbe creare reazioni imprevedibili tra gli alleati di maggioranza. Non è che Ranalli si diverta a tenere sul filo del rasoio i partiti: c’è una voragine che si è aperta con le dimissioni di Antonio Iannamorelli nel Pd e forse questa componente della maggioranza non è neppure in grado di esprimere un gemito, presa com’è a leccarsi le ferite.

E comunque sembra proprio che non si tratti di una riunione festosa, visto sempre il dato incontrovertibile della scarsa affluenza alle urne, tanto nell’ultima domenica di maggio che, soprattutto, nel ballottaggio