Tribunale agli ultimi giorni?

276

ASSEMBLEA DEGLI AVVOCATI MARTEDI’

2 GIUGNO 2012 – La proroga di qualche anno alla soppressione dei tribunali in zone sismiche sembra vanificata da una interpretazione ministeriale e già da settembre gli uffici di Sulmona,Avezzano, Lanciano e Vasto potrebbero essere trasferiti: i primi due all’Aquila, gli altri a Chieti.

 

Ad esaminare la nuova emergenza sarà l’assemblea degli avvocati di Sulmona, che si riunirà martedì alle ore 18 al palazzo di giustizia. Tra l’altro, non si saprebbe neppure dove sistemare gli uffici all’Aquila (il tribunale di Avezzano è di gran lunga più grande di quello del capoluogo) perchè non coinciderebbero i tempi di trasferimento con quelli di riconsegna del palazzo che è ancora sottoposto a riparazioni e che imperterriti gli aquilani hanno ricostruito nella stessa zona di più alto rischio sismico della città.

Sembra che si voglia allestire una inaugurazione-burletta, come quella che fu architettata a settembre per la Corte d’appello: il primo presidente tagliò il nastro augurale, tutti i giudici erano presenti a confermare l’apertura in una corte dove non c’erano né tavoli, né computer attivi, né carte, né timbri, né cancellieri. E infatti le udienze continuarono a svolgersi nell’area di Bazzano per un paio di mesi e le parti che arrivavano trafelate per tenere udienza venivano dirottate all’altro capo della città (sulla grottesca cerimonia il commento: “Corte d’Appello inaugurata e subito chiusa” nella sezione SPIGOLI di questo sito).