TRIBUNALI – Richiesta al prefetto per sconfessare il commissario di Pescasseroli

243

24 DICEMBRE 2011 – Il commissario prefettizio di Pescasseroli ha chiesto che, nel caso di soppressione del tribunale di Sulmona, il Comune venga aggregato al tribunale di Avezzano e non già al tribunale dell’Aquila. Il presidente degli avvocati di Sulmona,

ottemperando ad un mandato che gli ha conferito l’assemblea di giovedì scorso, si è rivolto al prefetto, Giovanna Maria Iurato, chiedendo che alla paradossale situazione connessa a tale iniziativa “si ponga riparo in via immediata e radicale, nelle forme che appariranno corrette e di giustizia”, anche per evitare “interpretazioni equivoche e tendenziose” . Il presidente parla anche di una “drammaticità della situazione in cui sta operando l’Ordine Forense di Sulmona, a fianco dell’Amministrazione comunale della Città e dei Comuni del circondario e di tutte le forze vive ed attive di questo contesto territoriale così duramente colpito sul piano economico-sociale”. L’avv. Gabriele Tedeschi sottolinea che, dando per scontato che in caso di soppressione di vari tribunali rimarrà quello di Avezzano e non quello di Sulmona (perchè il commissario pretende di poter scegliere tra Avezzano e L’Aquila), l’iniziativa “lascia addirittura insorgere il dubbio che in tal modo si sia voluto manifestare, ancorchè per vie traverse e d’occasione il pensiero e comunque l’orientamento per non dire la preferenza – per quanto possibile e di competenza – della stessa Prefettura”.