Una goccia (tricolore) risale da Pratola

269

 19 APRILE 2012 – Si chiama “Goccia Tricolore” l’associazione, senza fini di lucro, costituitasi a Pratola Peligna su iniziativa di un gruppo di giovani che si riconoscono nell’identità italiana: “tradizione cristiana, liberale, sociale, democratica ed occidentale”.

Come recita lo  statuto nazionale,

anche i giovani pratolani si “propongono al servizio della collettività per la difesa del territorio, del lavoro, del bene comune, per la diffusione degli ideali della democrazia liberale, dello stato di diritto, della separazione dei poteri, delle garanzie di libertà del cittadino e per contribuire all’affermazione di valori quali l’appartenenza al suolo natio, la competenza, la meritocrazia, il senso civico e la solidarietà che sono valori giusti e basta. L’intenzione è quella di mettere le proprie capacità a disposizione di iniziative che toccano diversi settori, quale quello sociale, culturale, politico, sportivo, turistico, occupandosi di manifestazioni, congressi, incontri, corsi di studio”.

A ricoprire il ruolo di presidente dell’associazione “Goccia Tricolore” è stato scelto Giovanni Silvestri, mentre Alessandro Petrella sarà il suo vice. Segretario è stato designato Gianni Giallorenzo e Consiglieri Francesca Delli Castelli e Lucia Ferrini.

Commovente impegno, slancio da sostenere e programmi da sottoscrivere. Anche l’ottimismo va premiato: infatti vogliono con una goccia realizzare quello che al Vaschione sfugge da due anni, con tutta l’acqua che passa…