A Tedeschi poteva andare peggio

362

Gabriele TedeschiSE I GIUDICI APPLICANO LA TEORIA CHE SI STUDIA IN ACCADEMIA

28 FEBBRAIO 2014 – Dunque un questore della Camera, parlamentare e magistrato, è colpevole di aver colpito con una gomitata una parlamentare del movimento 5 Stelle e si è beccato quindici giorni di sospensione.Voleva forse dimostrare, dall’alto della sua giurisprudenza, che è vero quello che si insegna nelle Accademie militari: che, cioè, la guerra è la prosecuzione, con altri mezzi, della diplomazia. Magistrato o no, evidentemente a suo avviso quando si tratta di convincere qualcuno recalcitrante, si può passare alle vie di fatto.

Allora è andata bene al Presidente del Consiglio degli Ordini professionali d’Abruzzo, avv. Gabriele Tedeschi, che con digiuni e proteste dei colleghi stava provando a convincere anche il presidente della sezione abruzzese dell’ANM che chiudere i tribunali non-provinciali è un non-senso e soprattutto è una non-economia. Si è beccato solo un comunicato stampa stizzito e reclamante un dovere di sentire prima i magistrati non previsto da nessuna virgola della Costituzione (una quisquilia, un semplice fatto eversivo, ma che vuoi che sia rispetto alle gomitate che si danno, anche tra di loro, i giudici quando debbono ricoprire incarichi direttivi?). Non c’è stata in questo caso la continuazione, con altri mezzi, dell’azione diplomatica. E Tedeschi ha potuto conservare il normale colorito del viso.