“IL VASCHIONE” REGALO DEI RE MAGI

183

PER SOGNARE SULLA STORIA E SUL FUTURO DI SULMONA – E CHISSA’ CHE NON ANTICIPEREMO A CAPODANNO SE…

24 DICEMBRE 2022 – Sarà in edicola ben prima dell’Epifania il numero cartaceo de “Il Vaschione” che in molti attendono. Ma che altrettanti temono.

Scriveremo dell’argomento del giorno, anzi di queste settimane, perché prima dell’Epifania sapremo se Sulmona deve essere la pattumiera dell’Aquila, oppure se può ambire a diventare capitale dei tre parchi nazionali in Abruzzo, come proposto da un ex presidente del PNAM che non per niente non fu neppure invitato dal sindaco Di Piero. Ma lo faremo anche per mettere a confronto la realtà di adesso con quella dell’epoca sveva, perché porteremo in dono agli Hohenstaufen (per “Fabbricacultura”: non hanno niente a che fare con le stufe) un inserto di quattro pagine, così che i Sulmonesi possano riflettere sul fatto che qualcuno li gratificò del giustizierato d’Abruzzo e della facoltà di diritto canonico, mentre adesso altri gli rifila i rifiuti e li indebita. Dopo l’Epifania verificheremo se hanno ancora sangue nelle vene oppure se il loro cuore pompa acqua distillata o melassa. E se hanno un sindaco o un peluche o addirittura un’ameba.

Parleremo ancora di Ovidio, ma con rispetto: quello che non hanno gli abbinatori seriali di eventi privi di cultura e di intelligenza. E poi… e poi… non possiamo anticipare tutto il contenuto del nuovo numero. Possiamo anticipare, questo sì, l’uscita del giornale di qualche giorno rispetto alla Befana: ma solo se troveremo quelli che la nuova “Destra sociale” chiama gli “occupabili”, che lavorino anche di notte e al prezzo che dice il padrone. Ops… stiamo sconfinando nella visione sociale dell’epoca sveva, con toni di nostalgia acuta. Ma se il lettore scorrerà l’inserto si tufferà nell’età dell’oro della sua città e potrà anche aspirare a liberarsi degli aguzzini che devastano il suo territorio, gli tolgono la ferrovia e deviano l’autostrada. Sennò un giornale a che serve?

Please follow and like us: