OMAGGIO A CAPOGRASSI

538

IL PROF. RESCIGNO NELLA CASA-MUSEO DEL GIURISTA SULMONESE

9 AGOSTO 2013 – Con una visita alla casa-museo di Giuseppe Capograssi il prof. Pietro Rescigno, fino al 2000 cattedratico di Diritto privato, direttore e condirettore di numerose riviste giuridiche, autore del “Trattato” edito dal 1983 dalla UTET, accademico dei Lincei, ha reso omaggio al giurista e filosofo sulmonese, soffermandosi ad esaminare i testi esposti nella biblioteca ed entrando nella piccolissima stanza con lo scrittoio, ove Capograssi indugiava nei suoi soggiorni sulmonesi (nella foto del titolo il prof.Rescigno accanto al busto di Giuseppe Capograssi).

Rescigno ha riportato alla memoria il suo precedente viaggio a Sulmona, oltre 50 anni fa, per iniziativa del canonico Don Antonino Chiaverini, per una conferenza di un ciclo (da collegare alla Accademia Cateriniana, della quale don Chiaverini era artefice). Ad accompagnare l’ospite nelle stanze di Capograssi in Via Innocenzo VII c’era Franco Del Monte, che per la Fondazione ha regalato al prof. Rescigno “Su alcuni bisogni dell’individuo contemporaneo” del filosofo e giurista.

Prima di ripartire, il prof. Rescigno ha visitato il museo del costume abruzzese e molisano, allestito da Vincenzo Accardo al Palazzo dell’Annunziata, la “Casa di Arianna”, all’Annunziata, l’Abbazia di Santo Spirito, ove ha avuto come guida d’eccezione Michele Avolio, che ha seguito un canto nel grande locale della biblioteca, dove la risposta delle pareti, anche se non più imbottite di libri e scaffali, è perfetta.

Rescigno ha ricordato finanche i nomi dei suoi più bravi allievi di Sulmona, le loro carriere e i loro scritti, come se si trovassero ancora in una “classe” ideale alla quale egli si sente affezionato.

Il prof. Pietro Rescigno ascolta da Vincenzo Accardo l’illustrazione del Museo del Costume dell’Abruzzo e del Molise al Palazzo dell’Annunziata; accanto a lui il Prof. Carlo Alberto Graziani