QUANTA STRADA SI PUO’ FARE SE SI PARTE DA PRATOLA

240

TORNANO PER UN GIORNO I DISCENDENTI DI GIUSEPPE COLAIACOVO

23 AGOSTO 2012 – L’orgoglio “di essere nato a Pratola” è stato rivendicato questa sera da Pasquale Colaiacovo, il primo dei quattro fratelli (oltre a lui Carlo, Franco e Giovanni) che proseguirono ed allargarono l’impresa di Giuseppe Colaiacovo, partito dalla cittadina peligna per Gubbio negli anni Trenta.

In onore dell’imprenditore si è tenuta una serata tra quelle della “Rassegna delle bande”; per la prima volta è andato a Pratola ed è stato ricevuto dal sindaco Antonio De Crescentiis l’ “ultimo” Giuseppe Colaiacovo, che ora ha 46 anni e dirige importanti imprese del microcosmo Colacem, Colabeton, Financo. Pasquale Colaiacovo, che ha 81 anni e nel 2004 è stato iscritto tra i benemeriti della cittadina, è stato accompagnato nel pomeriggio, in corteo e con la banda, dal municipio fino davanti alla casa dove nacque e visse fino al trasferimento a Gubbio: ricordava perfettamente angoli e scalini e i rumori dei vicoli del quartiere ad ovest di Piazza Garibaldi.

Il sindaco ha annunciato che la famiglia di Gubbio, dopo aver restaurato una chiesa nella antica zona “dentro la Terra”, costruirà un asilo vicino al municipio.

Nella foto del titolo i fratelli Colaiacovo: il secondo da sinistra è Pasquale.