IL MINISTRO RISPONDE AI 5 STELLE: “LA VARIANTE ALLA A25 NON FA PARTE DELLA CONVENZIONE”

256

DOCCIA FREDDA SUI PROGETTI DI D’ALFONSO DI ISOLARE LA VALLE PELIGNA. MA PEZZOPANE E PELINO PARTECIPAVANO ALL’INCIUCIO

5 agosto 2016 – Buona notizia per tutto l’Abruzzo quella che il deputato del Movimento 5 Stelle, Gianluca Vacca, ha diramato in seguito alla risposta che il ministro ha fornito alla sua interpellanza sulla variante alla A25 da Bussi (nella foto del titolo) a Collarmele: «Il ministero delle infrastrutture e dei Trasporti», riferisce il parlamentare, «ha di fatto certificato la totale mancanza di qualsiasi presupposto normativo e amministrativo al progetto di modifica del tracciato, confermando che gli unici lavori possibili sono appunto quelli di manutenzione e messa in sicurezza dell’attuale percorso, per un investimento totale stimato di circa un miliardo di euro».«Inoltre, nella ricostruzione che viene fatta nella risposta fornita oggi – prosegue Vacca – si evince come il ministero, nella corrispondenza con la Società iniziata nel 2013, abbia sempre chiesto alla Società Strada dei Parchi di fare un piano Economico Finanziario esclusivamente per i lavori di manutenzione e messa in sicurezza, senza nessuna variante al tracciato, poiché appunto queste non sono possibili nell’ambito della convenzione in essere e in base alla normativa vigente; dall’altro lato la società invece avrebbe sempre inserito anche le varianti nel piano, ostinandosi a ripresentarle in tutte le occasioni utili ma vedendosele sempre respinte», aggiunge Gianluca Vacca. Paola Pelino e Stefania Pezzopane dove stavano quando Gianluca Vacca ha interpellato il Ministro? Fingevano di essere dalla parte della Valle Peligna, mentre non disturbavano il manovratore Luciano D’Alfonso, secondo quella logica dell’inciucio che Pd e Pdl, oggi Forza Italia, hanno sperimentato da tre anni con sfacciata disinvoltura? Stefania Pezzopane si renderà conto che se qualcosa è stato fatto per la Valle Peligna lo hanno fatto i 5 Stelle? Paola Pelino avrà ancora il pudore di presentarsi con i suoi interessamenti sul tribunale, quando lei proprio ha firmato la soppressione per esigenze di inciucio con il Pd nel 2011; e per esigenze di inciucio non si è precipitata ad interpellare il ministro sulla variante alla A25?