VIADOTTI IN CEMENTO ARMATO, FORSE ANCORA PER POCO

348

Il viadotto in rassicurante cemento nel tratto da Cocullo a Pratola Peligna

L’ANAS PASSERA’ ALLE FERROVIE SECONDO L’IDEA GENIALE DI RENZI

3 FEBBRAIO 2018 – Prima che l’Anas passi tutta intera alle “Ferrovie”, godiamoci i viadotti in cemento e ferro; poi potremmo incontrare legno dappertutto, pure nelle fondamenta, se giudichiamo da quello che facevano i dipendenti di Rete Ferroviaria Italiana (oppure le imprese che dovevano essere controllata da Rete Ferroviaria Italiana) nella stazione di Pioltello (dove, tra l’altro, sono stati denunciati per violazione di sigilli perchè sono entrati, “inavvertitamente” secondo la campana di RFI) nell’area sequestrata per  il deragliamento che è costato la vita a tre viaggiatori e muterà per sempre le abitudini di vita di almeno una decina di viaggiatori, tutti inconsapevoli dei pezzi di legno al posto del ferro nei binari. La foto è di venerdì e riguarda uno degli ultimi  viadotti in Valle Peligna prima di Cocullo.